Share this page
Categorie

PUERTO DE LA CRUZ

Puerto de la cruz

PUERTO DE LA CRUZ

Saltino a Puerto de la Cruz? Ma certo..quelli che abitavano a Milano dicevano così quando decidevano di passare mezza giornata a mangiare la focaccia genovese ( a Genova ovviamente), anche perchè la distanza era circa un’oretta di macchina, lo stesso tempo che ci si mette partendo da Tenerife Sud a Puerto.

Puerto de la Cruz è situata sulla costa settentrionale dell’Isola ed è il comune più piccolo di tutta Tenerife, si estende per circa nove chilometri ed è considerato, dal 1955 Luogo di Interesse Turistico Nazionale, si basti pensare che ha 140 edifici protetti, quindi luogo adatto a chi vuole sperimentare la cultura dell’ Isola.



Immancabile una visita al tradizionale quartiere di pescatori di La Ranilla, che dal 2014 offre una proposta innovativa, Puerto Street Art. Un museo all’aperto nel quale 13 artisti di fama mondiale hanno dato vita alle loro opere su grandi pareti.

Inoltre è d’obbligo fermarsi una giornata al Loro Parque, il Parco dei pappagalli, zoo molto conosciuto e primo al modo per Trip Advisor, adatto a tutta la famiglia. Uscendo da parco, si consiglia un buon aperitivo al vecchio porto che ospita una dogana del diciassettesimo secolo.

Puerto de La Cruz vanta la maggior densità di ristoranti e locali, quindi non vi sarà difficile trovare un ristorantino adatto ai vostri palati, dove poter assaporare le delizie canarie.

Ha ospitato visitatori del calibro di Alexander Von Humboldt, Agatha Christie, William Wilde, Michael Jackson, André Breton o The Beatles, per citarne alcuni. Cittadina molto turistica, da vita a moltissimi eventi come il Festival Internazionale di Arte di Strada a maggio, il Festival  Bavarese che si svolge a fine agosto, o come il carnevale che è considerato il secondo al mondo, dopo quello brasiliano.



Non possiamo assolutamente lasciare Puerto senza aver passato la giornata al Lago Martianez,la piscina naturale più grande al mondo, un grande complesso di circa 100,000 mq dove vi è un grande lago centrale attorniato da piscine, ristoranti, giardini disegnato dal grande architetto Cesar Manrique…ne vale proprio la pena!

Non mancano paesaggi mozzafiato o escursioni di tutti i generi, come saltare in parapendio ai bordi del Teide o, per chi fosse esperto di immersione, lo spettacolare tubo vulcanico chiamato La Rapadura

Una capitina è da fare anche all’orto botanico, chiamato El Botánico, con una superficie di 20.000 metri quadrati con un progetto che prevede un’ampliamento fino a 40.000 mq.

Le spiagge, i negozi e la cultura tinerfeña vi attendono…non fateli aspettare!

Advertisement


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, necessari per l'operazione e utili per le finalità descritte nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.